Vocabolario
Vernazzese - Italiano
Vocabolario
Vernazzese - Italiano
foto vernazza - cinque terre
Designed by LoreJaco.it
· Home
· Ricette
· Feste
· Canzoni
· Legenda
· Autori
· Contatto
Indice

A  B  C  D  E  F  G  I  L  M  N 

O  P  Q  R  S  T  U  V  Z  X 








Copyright © 2010 by "speremmu"
All Rights reserved
E-Mail: nonscrivere@dialettu.it
Feste tradizionali   (2^ parte)

Il progresso sociale ed economico tende a farci dimenticare il passato e le origini stesse del nostro paese, impoverendoci culturalmente e privandoci di quelle emozioni semplici, ma profonde che i più vècchi di noi conservano gelosamente come in uno scrigno. E’ rimasto poco di quel paese che stentiamo a ritrovare nelle azioni di tutti i giorni. Qualcosa, forse, nei riti religiosi, nelle usanze che ancora sopravvivono, non si sa per quanto tempo ancora.

S. Luigi (21 Luglio)
Fondatore dell’ordine delle Suore Luigine che nel nostro paese gestivano l’asilo infantile, si commemorava con una processione dalla chiesa dei Frati fino al paese; ;

Madonna di Règgio (1^ domenica di Agosto)
Alla vigilia si andava al Santuario in processione con i bambini vestiti da pellegrìn e il giorno della festa, tutti sul piazzale per una mangiata che si concludeva con canescè e vin dùse. Dal 1853 ogni 25 anni si porta l’effige della Madonna in paese dove rimane una settimana per poi riportarla al Santuario con una solenne processione.
Ascolta I Pellegrini Ascolta Scendi o possente vergine
Le litanie (Settimana precedente la 1^ domenica di Agosto per la Madonna di Reggio e settimana precedente l’8 Settembre per la Madonna di S. Bernardino)
I caruggi che festeggiavano la Madonna di Reggio erano : Cèssa Doia, Ar carùggiu dell’axéu, mentre quelli che festeggiavano la madonna di S. Bernardino erano : Survelortu e â Tagiâ; L’ultimo giorno delle retanìe vedeva sempre una partecipazione numerosa, poiché, alla fine si mangiavano pistàcci, caramelle e altre prelibatezze;
Ascolta Litanie
Nascita di Maria (08 Settembre – Domenica successiva Nome di Maria)
Si chiamava anche Madonna delle noci che si andavano a comprare a Reggio, la festa si svolgeva però al Santuario di S. Bernardino ;
Ascolta 8 di settembre
Commemorazione dei defunti (02 Novembre)
Si usa celebrare la messa nel cimitero. Per la ricorrenza dei defunti, si nettava la casa e si cambiavano le lenzuola in ogni letto. Poi si usciva, per dar modo ai morti di ritornare tra le mura che gli avevano ospitati da vivi, e, nei letti puliti, riposare per l’intera giornata;
Ascolta
L’Immacolata (08 Dicembre)
Si dicevano le messe nell’Oratorio;

Il giorno di Santo Stefano
Si andava a Reggio (specialmente i giovani) per ascoltare la messa e visitare il presepio che era sempre particolarmente curato e ricco di sorprese, con l’acqua che faceva girare il mulino…pastû Gilìndu…quâ de rustìe, e si baciava il bambinèllo che don Tommaso faceva nascere quel giorno;

L'ultimo dell’anno (31 Dicembre)
Dopo aver ricordato i defunti dell’anno si canta il Te Deum di ringraziamento. La sera, nelle case, si mangiavano i frisciö di castagne.


Torna alle feste precedenti